Contattaci  800 003 858  clienti@agespenergia.it

Domande e Risposte

Domande e risposte


Dov'è ubicata e come è fatta la centrale di Teleriscaldamento?

La centrale di Teleriscaldamento è ubicata in Via Marco Polo 12 a Busto Arsizio presso la sede della Società ed è costituita da 3 caldaie e 2 cogeneratori.
Essa è di tipo cogenerativo, cioè capace di produrre sia energia termica sia energia elettrica, con una potenzialità termica di 35 MW termici e potenzialità elettrica pari a 5,3 MW elettrici.
È in funzione dal 10/10/2010 ed utilizza come combustibile il Gas Metano.
La centrale del TLR è dotata di un apposito sistema di abbattimento dei fumi con monitoraggio continuo delle emissioni in atmosfera. Inoltre, a differenza delle caldaie tradizionali installate nei condomini, è soggetta ad una normativa più restrittiva per il controllo delle emissioni in atmosfera e ciò a beneficio di una migliore qualità dell’aria.

Sono previsti sistemi di sicurezza in caso di guasto della centrale di Teleriscaldamento?

La centrale termica è costituita da cinque generatori di calore che funzionano contemporaneamente. Qualora uno di questi si guastasse, cosa alquanto improbabile in quanto costituite dalle più moderne tecnologie e dotate di un efficace sistema di controllo, gli altri riuscirebbero comunque a sopperire i fabbisogni di energia termica degli edifici collegati.

Quale sarà il destino delle caldaie attualmente presenti negli edifici?

Le caldaie attualmente presenti nei vari edifici vengono sostituite dagli scambiatori di calore delle sottocentrali di utenza. Smantellamento e demolizione delle caldaie sono attività eseguite da AGESP in fase di allacciamento al servizio.

Il servizio di Teleriscaldamento garantisce anche l'acqua calda sanitaria?

Se il condominio è già dotato di un sistema di produzione di acqua calda centralizzato, con l’introduzione del Teleriscaldamento occorre aggiungere all’impianto solo una semplice valvola che garantisce anche la produzione di ACS. Se, invece, la produzione di acqua calda risulta autonoma, il condominio può decidere liberamente se mantenere il sistema già presente oppure variarlo in modo centralizzato.

Le abitazioni unifamigliari con riscaldamento autonomo possono collegarsi alla rete? E qualora un cittadino abitasse nelle zone limitrofe alle vie in cui sono posate le tubazioni del Teleriscaldamento, può collegarsi ugualmente alla rete?

Sì. In entrambi i casi la fattibilità tecnica ed economica dell’allacciamento viene valutata a seguito di un sopraluogo tecnico gratuito.

Come si può richiedere l'offerta di allacciamento alla rete?

Si può richiedere l’offerta di allacciamento mediante la compilazione del modulo di richiesta di allacciamento che dovrà essere inviato tramite raccomandata A.R. all’indirizzo di posta Via Marco Polo 12 – 21052 Busto Arsizio (VA) oppure tramite e-mail all’indirizzo clienti@agespenergia.it.

Modulo richiesta di allacciamento

Agesp risponderà alla richiesta di allacciamento con un’offerta previo sopralluogo tecnico.

Si può richiedere il recesso dal contratto di fornitura di Teleriscaldamento?

Sì, l’utente ha diritto di recedere dal contratto in qualunque momento, con un periodo di preavviso di un mese. L’utente esercita tale diritto presentando ad Agesp Energia S.r.l. il modulo di disattivazione e scollegamento dalla rete appositamente redatto. Il modulo dovrà essere inviato tramite raccomandata A.R. all’indirizzo di posta Via Marco Polo 12 – 21052 Busto Arsizio (VA) oppure tramite e-mail all’indirizzo clienti@agespenergia.it.

Modulo richiesta di disattivazione e scollegamento

In tal caso Agesp Energia procederà alla sospensione del servizio, eseguendo le seguenti attività:

DISATTIVAZIONE DEL SERVIZIO

  • chiusura e piombatura delle valvole di intercettazione della rete di teleriscaldamento
  • chiusura delle valvole di intercettazione della sottostazione sul circuito dell’utenza
  • effettuazione della lettura di cessazione: Agesp Energia provvederà ad effettuare la lettura del contatore con il valore di consumo di cessazione
  • emissione della fattura di chiusura: sulla base della lettura di cessazione, il cliente riceverà la fattura di chiusura del rapporto contrattuale.

Nel caso in cui, per ragioni tecniche, non si potesse provvedere alla piombatura delle valvole della rete di teleriscaldamento, Agesp Energia porrà in essere altri provvedimenti per evitare il prelievo di energia e garantire la sicurezza dell’impianto.

La disattivazione della fornitura non prevede alcun corrispettivo economico supplementare.

SCOLLEGAMENTO DALLA RETE
Per lo scollegamento dalla rete sono previste le seguenti attività:

  • scollegamento elettrico ed idraulico della sottostazione d’utenza, rimozione della stessa e di tutti i suoi componenti (quadro elettrico, gruppo di misura, ecc.)
  • messa in sicurezza delle condotte dell’utente
  • rimozione delle condotte, aeree ed interrate, provenienti dalla rete, di proprietà di Agesp Energia e posate nella proprietà dell’utente
  • il tempo di intervento per lo scollegamento dovrà essere concordato tra le parti.

Gli accordi sui tempi di intervento verranno presi cercando sempre di ridurre al minimo eventuali disservizi per altri utenti e i lavori programmati in modo da ripristinare la continuità idraulica della rete nel minor tempo possibile.