Contattaci  800 003 858  clienti@agespenergia.it

Domande e Risposte

Domande e risposte


Che aspetto ha la Centrale di produzione di calore?

Nulla di simile a una fabbrica, la centrale è stata realizzata all’interno di un edificio degli anni ’40.

Dov'è ubicata la centrale di produzione del calore?

La prima centrale di produzione del calore è stata posizionata presso la sede AGESP in via Marco Polo, 12 a Busto Arsizio (VA).

Qual è il combustibile utilizzato?

La centrale di via Marco Polo utilizza esclusivamente gas naturale garantendo un’assoluta compatibilità delle emissioni con le disposizioni vigenti.

In caso di guasto alla centrale di cogenerazione, cosa succederebbe?

La centrale termica è costituita da tre grandi caldaie che funzionano contemporaneamente. Qualora una di queste si guastasse, cosa alquanto improbabile in quanto costituite dalle più moderne tecnologie e dotate di un efficace sistema di controllo, le altre due riuscirebbero comunque a sopperire i fabbisogni della cittadinanza rimasta scoperta.

Le caldaie, attualmente presenti negli edifici, che fine fanno?

Le caldaie attualmente presenti nelle varie abitazioni vengono sostituite da sotto centrali di utenza dotate di scambiatore di calore. Smantellamento e demolizione di queste ultime sono compresi nel contributo di allacciamento richiesto da AGESP.

Il Teleriscaldamento garantisce anche l'acqua calda sanitaria?

Se il condominio è già dotato di un sistema di produzione di acqua calda centralizzato, con l’introduzione del Teleriscaldamento occorre aggiungere all’impianto solo una semplice valvola che garantisce anche il succitato servizio. Se, invece, la produzione di acqua calda risulta autonoma, il condominio può decidere liberamente se mantenere il sistema già presente oppure variarlo in modo centralizzato.

Le abitazioni autonome possono collegarsi alla rete? E qualora un cittadino abitasse nelle zone limitrofe alle vie in cui sono state posate delle tubazioni, può collegarsi ugualmente alla rete?

Sì. Si consiglia però, in entrambi i casi, un sopraluogo tecnico gratuito con conseguente preventivo per poterne valutare la spesa.